Balbuzie nei bambini

La balbuzie nei bambini è molto più diffusa di quanto si pensi.

I dati attuali stimano una percentuale intorno al 5% di persone balbuzienti, con una prevalenza del sesso maschile su quello femminile di circa 3 a 1.

Si tratta quindi di un disturbo diffuso al quale bisogna essere in grado di dare risposte competenti ed efficaci.

Fino ai cinque/sei anni di età si può parlare di balbuzie primaria o evolutiva.

I bambini così piccoli possono attraversare momenti di leggere disfluenze nell’eloquio. Si parla infatti di balbuzie "transitoria": così com’è arrivata se ne potrebbe andare senza lasciare strascichi.

Tuttavia, una balbuzie evolutiva mal gestita o durante la quale intervengono elementi che possono fissare l’attenzione del bimbo sul problema creano presupposti perché il momento transitorio si trasformi in balbuzie vera e propria.

La domanda che spesso pongono i genitori è: "meglio intervenire subito oppure aspettare".

Una caratteristica fondamentale della balbuzie evolutiva è la non consapevolezza del bambino riguardo al problema. Sta imparando a parlare, ogni tanto balbetta, ma per lui non è un problema, continua a sperimentare e a cercare di diventare un bravo comunicatore modellando gli adulti. In questo contesto è opportuno mantenere questo livello di inconsapevolezza e quindi sconsiglio di portare il bimbo dallo "specialista", in modo che non inizi a preoccuparsi di come parla.

Ciò non vuol dire che non ci si debba occupare della cosa, anzi. Affrontare il problema il prima possibile è essenziale perché l'intervento sia più semplice, efficace, e senza causare "stress" al bimbo stesso.

Il nostro approccio, in linea con le ultime ricerche in campo di terapia della balbuzie, è indirizzato ai genitori, in modo da fornire a loro stessi alcuni strumenti, semplici da applicare, per aiutare il loro bimbo a passare questa fase "transitoria" senza che si trasformi in balbuzie vera e propria.

Se vuoi saperne di più contattami senza alcun impegno oppure guarda il sito di Psicodizione dedicato alla balbuzie evolutiva.

Next

Testimonials

Previous
terapia online

Terapia online: funziona veramente?

Dimenticatevi lo studio dello psicologo con le poltrone (o il lettino alla Freud). Da alcuni anni, anche grazie alle nuove …

Cambiamento e psicoanalisi

Cambiamento è rendersi conto di ciò che si è

“Il sintomo è una coazione a ripetere sempre gli stessi schemi. Una cura psicoanalitica cerca di trasformare un funzionamento …

assenza genitori

Il valore dell’assenza (consapevole) dei genitori che permette ai figli di crescere

Per me, come mamma, il campanello d’allarme è stato un episodio di pochi anni fa: avevo accompagnato mia figlia al saggio …